Camper, Caravan nuovi e usati, Accessori e componenti, news, approfondimenti sul mondo dei veicoli ricreazionali.
titolo 2 4

CONTROLLI DA EFFETTUARE PRIMA DI ACQUISTARE UN CAMPER USATO

Quanti sono e quali controlli bisogna fare prima che possa portami a casa il camper che ho individuato  nel piazzale del concessionario o da un privato. Partiamo dal concessionario. I professionisti del settore hanno l’obbligo di fornire il mezzo la garanzia  legale di conformità valevole  due anni; a questo si aggiunge eventuali garanzie aggiuntive e comunque la maggioranza dei concessionari garantiscono  – nero su bianco- i controlli effettuati sui mezzi usati  in vendita. Il privato non è tenuto a fornire tutto ciò.  Ecco la nostra mappa dei controlli da effettuare su un camper (molte voci sono valide anche per le caravan) che abbiamo quantificati in circa 70.

  • MECCANICA
  • LA SCOCCA
  • GLI IMPIANTI
  • Impianto acqua
  • Arredo interno
  • Sistema elettrico

Il motore può nascondere diversi problemi e spesso anche le più costose a ripararli. Affidarsi ad un esperto meccanico è una buona prassi, tuttavia vi sono controllo effettuabili anche senza il suo supporto.

Pneumatici
Uno dei controlli più importanti per la propria e altrui sicurezza; non prendiamo in considerazione , come riferimento unico sullo stato di salute, il kilometraggio che hanno effettuato in anno. Se è vero che un camper fa dai 5.000 ai 10.000 km all’anno  è altrettanto vero che vanno presi in considerazione diversi fattori di valutazione come: rimessaggio del camper con eventuale ovalizzazione del pneumatico; anno di fabbricazione del pneumatico; condizioni di guida del camperista; tipo di pneumatico (quelli specifici per camper o meno). Una regola fissa è quella di sostituire i pneumatici ogni 4-5 anni a prescindere dagli elementi di cui sopra. L’eventuale scoppio di un pneumatico non in perfetta salute può causare enormi danni al camper, tipo, rottura dei parafanghi; rottura passaruota; rottura bandellatura.

Freni
Generalmente i freni su un camper possono durare fino a 80.000 km. Ma attenzione a queste due cose: 1)Se le pastiglie sono consumate vanno sostituite e bisogna controllare anche lo stato dei dischi; 2) se il camper è stato fermo per un lungo periodo le pastiglie potrebbero essersi indurite e rovinate, quindi potrebbero essere da sostituire.

Cinghia di distribuzione
La stragrande maggioranza di camper usati sul mercato hanno la cinghia di distribuzione rispetto ala catena di distribuzione.  La manutenzione ordinaria della prima è sui 90-100.000km oppure ogni 6-7 anni.

Tagliando
Il tagliando sul motore in genere va fatto ogni 20.000 km o 40.000 km e quindi anche qui è difficile raggiungere la scadenza del tagliando motore per i km. E’ opportuno fare almeno il cambio olio una volta ogni due anni perché l’olio Se rimane  fermo per molto tempo  perde le sue principali caratteristiche fisico-chimiche annullando di fatto le sue funzioni di lubrificazione.

Opacizzazione fanaleria anteriore
Camper che rimangono a lungo fermi  potrebbero  avere i fanali anteriori opacizzati.
In questo caso bisogna intervenire con prodotti specifici per eliminare l’opacizzazione al fine di avere una buona visibilità notturna non un’estetica dignitosa.

Perdite olio
Effettuare  un’attenta ispezione visiva per individuare eventuali perdite d’olio e quindi ripristinarle. Speso potrebbe trattarsi della membrana in gomma indurita..
a lungo nel posto in cui lo stai esaminando.

Frizione
Verifichiamo  se il pedale stacca molto in alto: è sintomo di un eccessivo consumo o di altri problemi di usura. Fare una prova di inserimento con la seconda marcia e lasciarla facendo spegnere il motore. 

Marmitta
Spesso sui camper viene trascurato questo controllo da parte dell’acquirente ma è bene farlo; le marmitte sui camper sono molto lunghe,con molto metallo che può facilmente arrugginire specie nei punti critici.

Cruscotto e apparecchiature di riscaldamento e raffreddamento interne
È necessario il controllo delle ventole del riscaldamento e raffreddamento. Una buona percentuale di volte – soprattutto su camper basati su meccanica Ducato, la più diffusa – può succedere che la ventola funzioni solo ai massimi giri. Quindi è necessario controllarla per tutte le velocità.

Cuscinetti delle ruote (con prova su strada)
I camper sono veicoli molto pesanti e i cuscinetti delle ruote sono molto sollecitati.
Per questo motivo una buona parte dei veicoli a un certo punto può avere la necessita di fare una manutenzione ai cuscinetti dopo i 50.000 km. Per verificare questa anomalia serve l’orecchio di un professionista durante una prova su strada.

Differenziale (camper a trazione posteriore)
Nei camper con  trazione posteriore, causa il  consistente peso, va controllato è il differenziale.  Il surriscaldamento causato dall’olio che perde le sue caratteristiche nel tempo può causare il cedimento assiale dei cuscinetti dopo i 50.000 km. Per verificare questa anomalia serve una prova su strada con un meccanico.

Prendiamo in considerazione  due tipi disponibili:

• a sandwich con rivestimento in alluminio

• a sandwich con rivestimento in vetroresina (VTR) o in monoscocca, sempre in vtr.

Controllo a sandwich con rivestimento in alluminio
Questo materiale ha molti vantaggi: nel tempo rimane più stabile il colore, il camper è più lucido, le pareti sono più dritte e splendenti, ed è più leggero della vetroresina. Gli svantaggi sono che, essendo verniciato a polvere, succede che lo sporco tende ad attaccarsi alla parete. Se non viene lavato costantemente con uno shampoo autolucidante, lo sporco si calcifica sulla parete e rovina l’aspetto estetico del camper. Lucidando il camper però si ottiene al 99% delle volte quasi un risultato a nuovo del camper che torna splendente come il primo giorno. Bisogna stare però molto attenti in fase di lucidatura perché lo strato della vernice a polvere è sottilissimo, molto più sottile di una verniciatura automobilistica. Quindi è estremamente importante non affidare la lucidatura a un carrozziere da automobili e assolutamente non bisogna usare una pasta lucidante aggressiva. La procedura di lucidatura deve essere molto delicata ed effettuata da personale specializzato in camper perché il rischio reale – utilizzando dei materiali sbagliati – è quello di togliere la vernice. In compenso, quasi mai è necessaria la verniciatura per rendere il camper in alluminio bello come il primo giorno: basta appunto una accurata e giusta lucidatura.

Controllo a sandwich con rivestimento in vetroresina(VTR) o in monoscocca, sempre in vtr
Non è raro vedere camper datati con scocca in vtr che presentano un aspetto opacizzato per via della loro eccessiva permanenza all’aperto. La vetroresina ha molti vantaggi tra cui la facilità nella lavorazione e l’elasticità, ma presenta questo svantaggio. Quando si opacizza, spesso con una lucidatura totale del camper si riesce ad ottenere un risultato ottimale e splendente. Alcune volte, però, una lucidatura non basta. Specialmente le prime vetroresine – usate nel settore dell’autocaravan tra il 2000 e il 2005 – non erano cosi resistenti come le vetroresine attuali e quindi il sole su alcuni modelli particolarmente esposti danneggia lo strato esterno chiamato gelcoat. Il danneggiamento del gelcoat esternamente si vede facilmente ad occhio nudo perché incominciano a vedersi le maglie della vetroresina. In questo caso è necessaria una verniciatura del camper.

Infiltrazioni d’acqua
E’ il primo, è il più importante di tutti i controlli. Perché?  La stagrande maggioranza dei camper e delle caravan hanno un scocca con telaio in legno. Qualcuno non ha più il telaio in legno, ma spesso rimane in legno il rivestimento interno. Il problema del legno è che può marcire quindi è necessario che le tantissime giunzioni tra pareti e fori per finestre o camini siamo ben sigillate e tenute sempre sotto controllo. La possibilità di infiltrazione di un camper supera il 50%, quindi significa che 1 camper su 2 può avere un’infiltrazione.  Per effettuare questo controllo viene incontro uno strumento chiamato igrometro, in uso tra gli operatori del settore. Ma non basta: l’esperienza sul campo e la conoscenza delle tecniche di costruzione, i materiali impiegati dai costruttori, un’ulteriore minuziosa analisi tra i vari componenti esterni della scocca completano le operazioni di verifica. 

Controllo finestre
Le finestre di camper e caravan sono realizzate in metacrilato-plexiglass, un materiale leggero ma robusto. Le finestre sono doppie, ovvero spesso sono costruiti con un camera d’aria tra le due lastre di plexiglass sovrapposte per rendere il vetro isolato. E’ importante controllare la loro tenuta, pena il distacco e la perdita in viaggio della lastra o dell’intera finestra. Oltre alle cerniere, le finestre presenti nei camper e nelle caravan hanno anche dei braccetti che devono essere integri e funzionali. In caso di sostituzione sono facilmente reperibili presso i centri assistenza ed hanno un costo modesto. La tenuta delle finestre è fatta attraverso una doppia guarnizione. La prima guarnizione che protegge dall’infiltrazione dal telaio della finestra e la seconda guarnizione che protegge dall’infiltrazione dalla lastra di plexiglass. È necessario controllare entrambe le guarnizioni ed eventualmente ingrassarle per renderle impermeabili. Tuttavia con il tempo queste guarnizioni si posso screpolare, quindi in tanti casi vengono sostituite.

Zanzariere e oscuranti
Le zanzariere e gli oscuranti dei camper possono essere di due tipi: 1) a rullo; 2) plissettate. In entrambi i casi l’apertura e la chiusura vengono fatte tramite molle. Verificare la perfetta funzionalità, eventualmente posso essere ricaricate oppure sostituite. Controllare anche lo stato del telo della zanzariera e dell’oscurante: se presenta buchi o tagli  tagliato bisogna sistemarlo o sostituirlo.

Integrità oblò
Presenti su tutti i camper e caravan di ogni marca, fascia di gamma e tipologia, li troviamo sul tetto e quindi sempre esposti all’intemperie e al sole. Guarnizioni, sigillature, con il passar degli anni vengono meno alle loro funzioni e comportano un alto rischio di infiltrazione d’acqua. Inoltre spesso sono dotati di zanzariere, oscuranti, aperture a manovella, ingranaggi, cerniere e anche tutto questo deve essere controllato.

Tappi dei serbatoi
Sulla scocca sono presenti diversi tappi dei serbatoio installati, Controllare la lorotenuta, guarnizioni e chiavi

Coperchio presa esterna
Questo componente è in plastica ed è situato all’esterno del camper, quindi esposto alle intemperie e soprattutto ai raggi UV che tendono a rovinare la plastica. Va quindi controllato ed eventualmente sostituito.

Fissatori porte e sportelli
I fissatori servono per tenere le porte e sportelli aperti e non farli sbattere dal vento. Come per il coperchio della presa esterna, anche questi sono all’esterno e in plastica e in più soggetti a shock meccanici: vanno controllati ed eventualmente aggiustati o sostituiti.

Serrature
All’esterno ci sono molte serrature che chiudono porte e pavoni, in un camper mediamente ci sono 6 porte e sportelli e di questi sportelli dobbiamo controllare le chiusure e le serrature che spesso hanno bisogno di una rimessa in uso.

Conformità tubi del gas e regolatore di pressione
I tubi in gomma, se presenti, vanno sostituiti ogni cinque anni. In fase di acquisto controllare la scadenza ed eventualmente sostituirlo. Idem per il regolatore di pressione.

Bombolone gas
Solo in alcuni camper particolarmente datati è possibile trovare il bombolone GPL fisso. E’  importante controllarela data di scadenza ( max 10 anni dall’instalalzione)e rimetterlo in efficienza se è il caso.

Veranda esterna
Bisogna controllare l’integrità del telo e dei meccanismi di apertura e chiusura.
La veranda è molto delicata perché a volte subisce anche sollecitazioni dal vento quando viene utilizzata. Quindi bisogna controllare che i componenti non si siano rovinati o piegati e se è il caso, sostituirli.

Controllo della zanzariera di ingresso
Stesso discorso di usura e delicatezza va fatto per la zanzariera all’ingresso: va controllata e nel caso va aggiustata o sostituita.

Fari anteriori, posteriori e laterali
È necessario il controllo di tutti i fari e luci di ingombro con una verifica dell’impianto elettrico.

Adesivi esterni
E’ una classica abitudine del camperista o del caravanista attaccare sulla scocca (o finestre) adesivi decorativi di luoghi visitati, aziende, ecc., come elemento estetico o per una personalizzazione del mezzo. Va detto che con il passar del tempo,gli agenti atmosferici, i prodotti chimici per il lavaggio e il sole rovinanoquesti  adesivi. E dove è stato fatto una loro rimozione spesso è visibile uno strato opacizzato che deturpa l’immagine del mezzo. Ma ce un elemento da non sottovalutare e a cui bisogna prestare la massima attenzione: Alcuni adesivi potrebbero nascondere ammaccature, buchi, strisciate della scocca. Il nostro suggerimento è quello di passare il palmo della mano sull’adesivo per verificare eventuali avvalenti di superficie o la presenza di buchi. 

Controllo riscaldamento e acqua calda
A seconda dei modelli di camper, il boiler e il riscaldamento potrebbero essere insieme oppure separati. Esistono 2 tipi di riscaldamento: a gas oppure a gasolio. In entrambi i casi hanno bisogno di un controllo da parte di un tecnico specializzato per controllare l’adeguata combustione.

Riscaldamento ad aria forzata
Se il riscaldamento è ad aria forzata bisogna controllare i motore della ventilazione che deve portare adeguatamente il calore in tutto il camper.

Riscaldamento di tipo ALDE
Se il riscaldamento è di tipo ALDE significa che è un riscaldamento con termosifoni. In questo caso bisogna controllare il livello del glicole all’interno dei tubi e rendere privo di aria l’impianto. Infatti anche solo una bolla d’aria nell’impianto dei termosifoni potrebbe mandare in blocco il riscaldamento.

Controllo boiler
Controllare la combustione a gas, ma la cosa più delicata e importante da controllare è la pentola che raccoglie l’acqua all’interno del boiler. Infatti con il tempo tende a forarsi, quindi va controllata e nel caso sostituita.

Controllo camini di scarico
Sia il boiler che  il riscaldamento hanno camini di scarico sia a tetto che a parete e quindi bisogna controllare anche la loro integrità, soprattutto quelli a tetto che potrebbero essere “cotti” dal sole.

Altri elementi del riscaldamento
Gli altri elementi del riscaldamento da controllare sono:
• termostato (che deve segnalare la giusta temperatura)
• centraline di gestione (sempre una componente delicata).


Frigorifero e fornelli
Sono possibili trovare nei camper e nelle caravan frigoriferi trivalenti che possono funzionare su tre fonti di energia: corrente 12V, 220V e gas; su alcune tipologie di camper è possibile trovare anche il frigorifero a compressore (12V):
Il frigo richiede diversi controlli: il bruciatore del gas deve essere pulito e bruci bene il gas per poter ottenere la reazione chimica che fa raffreddare il gruppo di raffreddamento. Infatti la sporcizia nell’ugello del bruciatore potrebbe creare problemi nel rendimento. Con funzionamento a 12V con la corrente continua arrivi dal motore. Bisogna controllare che questo passaggio sia funzionante. La corrente poi arriva a una resistenza e bisogna controllarne l’integrità. Per l’allaccio 220V verificare che la corrente arrivi e il frigo raffreddi. La struttura che rende possibile la trasformazione dal calore del gas oppure delle resistenza in freddo è la serpentina del gruppo refrigerante. La serpentina è un circuito chiuso che contiene del gas liquido (freon), che con la compressione data dal caldo delle resistenze o del bruciatore diventa freddo. Il problema che capita è che se il gas ha lavorato poco durante gli anni (scarso utilizzo del frigorifero) potrebbe essersi solidificato nella serpentina e quindi il frigorifero non funziona bene. Purtroppo la serpentina è sigillata quindi il liquido all’interno non si può ripristinare: se il gas si è depositato e solidificato bisogna cambiare l’intero gruppo refrigerante. Qualche volta può funzionare un trucco per far ripartire il frigorifero in questi casi (ma non funziona sempre): bisogna smontare il frigorifero e capovolgerlo. Con questo trucco a volte il gas liquido nel gruppo refrigerante si sblocca e fa ripartire il frigo. Particolare attenzione va posta anche alle griglie esterne per lo scarico del calore (impermeabilità e integrità) nonché a chiusure e molle degli sportelli.

Controllo fornelli piano cucina
I fornelli della cucina sono a gas e bisogna controllare la combustione del bruciatore di ogni singolo fuoco. Attenzione va posta anche al sistema termocoppie ( il dispositivo che bloccare il gas nel caso in cui la fiamma si spenga accidentalmente e serve per evitare le fughe di gas). Il piano cottura ha una griglia fissata  tramite gommini  che servono a stabilizzare al meglio la griglia ed  evitare i rumori in viaggio. Questi gommini, essendo vicino al calore del fuoco, tendono na rovinarsi e devono spesso essere sostituiti e ripristinati.

Non è raro trovare nell’impianto idrico di camper e caravan particolarmente datate la pompa dell’acqua sommersa nel serbatoio. Dal 1993 in avanti i costruttori si sono orientati  verso la pompa a pressione.

Rubinetti su impianto con pompa sommersa
Va ispezionata attentamente e provata con tutti i rubinetti presenti nel mezzo con particolare attenzione al microchip all’interno del rubinetto che “dialoga” con la pompa sommersa.

Rubinetti su impianto con pompa a pressione
Come detto sopra sintema diffuso tra camper e caravan, sono rubinetti molto simili ai rubinetti di casa quindi hanno la funziona di aprire e chiudere il flusso dell’acqua e di miscelare acqua calda e fredda. Ciò vuole dire che la una pesca l’acqua nel serbatoio e la mette in circolo nell’impianto tenendo l’impianto a una determinata pressione di modo che quando apri un rubinetto l’acqua è pronta ad uscire. Controllare la cartuccia interna  dei rubinetti ed eventualmente sostituita. La pompa va ispezionata e controllata ed eventualmente pulito il filtro per impurità accumulatosi. Un cattivo funzionamento del pressostato potrebbe far girare la pompa all’infinito creando danni all’impianto fino anche all’esplosione di un tubo oppure di un raccordo.

Controllo pilette di scarico lavelli bagno e doccia
Con il passare del tempo e il peso subito dal sostare degli occupanti possono crepare con crepe che possono convogliare l’acqua di scarico su altre parti del camper. Nel caso esistano queste condizioni provvedere all’immediata sostituzione.

Lavello bagno e piatto doccia
Non è raro trovare crepe dovute all’usura  del materiale termoformato di lavelli e piatto doccia in camper con oltre7-10 anni di vita. A seconda della screpolatura che si presenta occorre intervenire al più presto tenendo conto che una sostituzione radicale del lavello o del piatto doccia comportano una spesa tutt’altro che modesta.

Scarichi WC
Con il passar del tempole guarnizioni di tenuta si seccano creando delle perdite di liquidi. In condizioni estreme vanno sostituite al più presto e prevedere sempre una corretta manutenzione annuale con apposita lubrificazione.

Tenuta dei serbatoi acque potabili, acque grigie, acque nere (WC)
Nel camper si deve obbligatoriamente accumulare i liquidi per poi scaricarli nelle apposite aree quando si arriva a destinazione. Bisogna controllare meticolosamente eventuali perdite da questi impianti e serbatoi. Bisogna inoltre controllare ed eventualmente pulire le sonde che rilevano il livello dei liquidi in questi serbatoi.

Controllo fissaggi
Verificare tutti i fissaggi del mobilio che con leinevitabili vibrazioni del viaggio, tendono a diventare più allentati e, se il camper ha un certo numero di anni, a saltare. È importante controllarli tutti e rinsaldarli se è il caso.

Controllo chiusure cassetti e antine
Per lo stesso motivo e anche per il normale utilizzo, le chiusure di cassetti e antine possono disallinearsi o, nel caso delle chiusure delle antine, a rompersi. Vanno tutti controllati, registrati e riparati dove è il caso.

Componenti esterni
Il camper rimane un mezzo di locomozione e quindi è essenziale controllare che tutti i componenti esterni siano a posto e in perfetta efficienza.

Tappi dei serbatoi
Bisogna controllare i tappi che devono isolare i serbatoi e sono dotati di una serratura che deve essere perfettamente efficiente. Altro controllo dei tappi è nella guarnizione, che potrebbe essere da sostituire o lubrificare.

Coperchio presa esterna
Questo componente è in plastica ed è situato all’esterno del camper, quindi esposto alle intemperie e soprattutto ai raggi UV che tendono a rovinare la plastica. Va quindi controllato ed eventualmente sostituito.

Fissatori porte e sportelli
I fissatori servono per tenere le porte e sportelli aperti e non farli sbattere dal vento. Come per il coperchio della presa esterna, anche questi sono all’esterno e in plastica e in più soggetti a shock meccanici: vanno controllati ed eventualmente aggiustati o sostituiti.

Serrature
All’esterno ci sono molte serrature che chiudono porte e pavoni, in un camper  mediamente ci sono 6 porte e sportelli e di questi sportelli dobbiamo controllare le chiusure e le serrature che spesso hanno bisogno di una rimessa in uso.

Conformità polmone e tubi del gas
Molti utenti (e spesso anche “tecnici) non lo sanno, ma i tubi del gas e il polmone hanno una scadenza: quindi hanno bisogno di un controllo e di essere sostituiti a scadenze prefissate.

Bombolone gas
La maggior parte dei camper non hanno un bombolone fisso del gas perché hanno delle bombole che vengono cambiate quando sono vuote. Tuttavia, per i camper invece che hanno il bombolone fisso è importante controllare la data di scadenza e rimetterlo in efficienza se è il caso. 

Batterie
Elemento importantissimo del camper, sia quella del motore che quella di servizio devono essere efficienti, non danneggiate. Anche batterie datate ma ancora funzionati devono essere verificate ed eventualmente sostituite.

Alternatore e carica batteria
Questi componenti servono a caricare le batterie in viaggio e da fermo con il camper collegato alla rete elettrica. È quindi necessario un funzionamento efficiente di questi componenti per mantenere sane le batterie e poter utilizzare gli impianti a bordo

Impianto elettrico
Fai da te, operatori poco professionali, hanno potuto mettere le loro mani sull’impianto elettrico con soluzioni tutt’altro che sicure e a regola d’arte, magari per il montaggio di un accessorio aggiuntivo o una riparazione “facile”. Che compriate il vostro camper usato da un professionista del settore o da un privato, ispezionate bene l’impianto elettrico magari con l’aiuto di un esperto e fate datevi dare esaurienti spiegazioni sul montaggio di accessori che hanno previsto l’uso di corrente. 

Pannello solare
Il pannello solare necessita di poca manutenzione per il suo funzionamento ( pulizia della superficie vetrata).La cosa estremamente importante da controllare è il funzionamento corretto della centralina, quando è guasta anziché caricare le batterie ha un effetto contrario scaricandole.

Impianto dell’aria condizionata
L’aria condizionata ha un gruppo refrigerante con un gas all’interno. È necessario controllare il livello di questo gas ed eventualmente ripristinarlo, esattamente come si fa con l’impianto di aria condizionata di un’auto.

Generatore di corrente
Questo dispositivo necessita in genere di una manutenzione filtri e olio e una messa a punto per essere rimesso in perfetta efficienza.

Antenna satellitare
L’antenna satellitare è molto frequente trovarla sui tetti dei camper. A prescindere dall’anno di fabbricazione, verifichiamola sul campo  verificando che  sistema degli ingranaggi sia scorrevole ed apra la parabola senza problemi; che il segnale arrivi sul decoder e sulla tv.

Sistema di allarme
Onnipresente sui camper, Il sistema di allarme è spesso dotato di tanti sensori per mettere in sicurezza finestre, porte e sportelli di garage e gavoni. Facciamo una verifica e controlliamo che ci sia il libretto di uso e manutenzione nonché relativa fattura di acquisto e installazione nonché eventuali chiavi di sicurezza.

Inverter
L’inverter trasforma la corrente continua a bassa tensione della batteria a 12V in corrente alternata ad alta tensione 220V. Bisogna controllarne il funzionamento poiché è un elemento chiave per il funzionamento di molti dispositivi del camper. 

Controllo forno
Se presente, controlliamo il corretto funzionamento del bruciatore.